Il grande vino si fa nel vigneto”.
La frase esprime una verità tanto semplice quanto fondamentale:
solo perfettamente sane,
mature ed equilibrate in tutte le loro componenti
(zuccheri, acidi, polifenoli, sostanze aromatiche)
potranno dar vita a vini caratterizzati da armonia e concentrazione,
eleganza e tipicità.
Il vigneto, pertanto, gioca un ruolo fondamentale ed insostituibile
nel percorso che conduce alla realizzazione di un grande vino.
Tale ruolo si svolge, in larga misura, nel momento in cui il viticoltore,
procedendo all’impianto di un nuovo vigneto,
deve operare delle scelte che ne condizioneranno i risultati futuri.

Nell’esecuzione dei nuovi impianti aziendali sono stati seguiti criteri che,
nella sostanza, si concretano nel ritorno a tecniche antiche: 
portinnesti di vigore debole o medio,
elevata fittezza di impianto, 
inerbimento permanente dell’interfilare; 
il tutto nell’intento di favorire la competizione radicale 
tra le viti e con il prato, predisponendo, così,
condizioni favorevoli al contenimento del vigore vegetativo. 
Le scelte operate conducono alla limitazione del periodo di accrescimento dei germogli 
ed al conseguente allungamento del periodo di accumulo 
di zuccheri e composti nobili nelle bacche. 

Nei vigneti aziendali il vitigno prevalente è il Cesanese di Affile,
vero gioiello viticolo ed enologico della nostra terra
nonché principale vitigno autoctono a bacca rossa del Lazio;
sono coltivate anche varietà a bacca rossa di diffusione internazionale
e di tradizionale coltivazione sulle nostre colline,
quali il Cabernet Sauvignon, il Cabernet Franc, il Petit Verdot, il Merlot ed il Syrah.

Per quanto riguarda i bianchi,
accanto alle varietà tradizionali della zona,
quali la Passerina, la Malvasia del Lazio, il Bellone, il Trebbiano giallo,
i nuovi impianti vedono l’impiego di cultivar di pregio
quali il Fiano, il Grechetto e, soprattutto, il Manzoni bianco.

Severe potature invernali ed attenti interventi in verde,
sistemi di conduzione a basso impatto ambientale,
grande attenzione alle nuove acquisizioni della ricerca scientifica,
rispetto della tradizione:
queste le ferree regole seguite per la produzione delle nostre uve.





Torna alla pagina iniziale del sito



www.coletticonti.it