Barriques Coletti Conti

La nostra filosofia di vinificazione si ispira al principio del minimo intervento.
La trasformazione dell’uva in vino avviene secondo modalità
volte a salvaguardare la naturalità del prodotto,
esaltando le potenzialità qualitative della materia prima.

L’uva, perfettamente sana e matura,
viene raccolta a mano in piccole cassette di plastica e,
diraspata senza subire pigiatura, viene avviata alla fermentazione.
La fermentazione alcolica viene condotta
in tini aperti in acciaio inox di capienza ridotta (40 hl.);
la conformazione dei tini, il cui diametro è maggiore dell’altezza del fasciame,
consente di ottenere:
a) un’ampia superficie di contatto del mosto con il cappello di vinacce
nonché un elevato rapporto tra la stessa e la massa del pigiato
con una conseguente migliore estrazione delle componenti polifenoliche;
b) un’ampia superficie di dispersione del calore prodotto durante la fermentazione.
L’intensità della macerazione, che si protrae mediamente 12 giorni,
viene assicurata da ripetute follature (minimo 4/5 al giorno),
nonché da quotidiani rimontaggi e deléstages.
Subito dopo la separazione dalle vinacce,
il vino viene lasciato decantare per 12-24 ore
e travasato in fusti nuovi di rovere francese della capienza di 225-228 litri.
Segue la fermentazione malolattica
ed il successivo periodo di affinamento sulle fecce fini,
messe periodicamente in sospensione.
Al termine dell’inverno successivo alla vendemmia il vino prende, finalmente, identità:
si procede, infatti, al “blending” ed al successivo periodo di affinamento in legno,
durante il quale il vino raggiunge in modo spontaneo la stabilità tartarica.
Una volta raggiunto il giusto grado di evoluzione,
il vino viene sottoposto ad una leggera chiarifica con albume d’uovo
ed imbottigliato senza alcuna filtrazione.
Segue un periodo di affinamento in ambiente riducente
per un periodo di circa tre-sei mesi,
al termine del quale il prodotto è pronto al consumo.

Come detto, i nostri vini vengono imbottigliati
senza filtrazione né aggiunte
di sostanze stabilizzanti.
Sarà, pertanto, del tutto naturale
trovare del deposito sul fondo delle bottiglie.
Il deposito deve essere considerato indice della naturalità del prodotto.
In tal caso è consigliabile versare delicatamente
il contenuto della bottiglia
in una caraffa di decantazione.

ROMANICO
Cesanese del Piglio 
Denominazione di Origine Controllata 

Bottiglia Romanico

COSMATO
Rosso del Frusinate 
Indicazione Geografica Tipica 

BOTTIGLIA COSMATO

HERNICVS
Cesanese del Piglio 
Denominazione di Origine Controllata 

Etichetta HERNICVS

ARCADIA
Bianco del Frusinate 
Indicazione Geografica Tipica 

Etichetta ARCADIA


Banner Coletti Conti


Torna alla pagina iniziale del sito

www.coletticonti.it